eventi e spettacolo

Sant'Antioco: “Isola in Fermento” segna le oltre 5mila presenze

La risposta è stata entusiasmante – aggiunge Roberta Serrenti – proseguiremo su questa strada: simili iniziative rivitalizzano il tessuto economico locale.

“Isola in Fermento” ha vinto la sfida: oltre 5mila presenze hanno segnato la prima edizione di un evento che, svoltosi sabato e domenica scorsi negli spazi dell’Arena Fenicia di Sant’Antioco, ha saputo coniugare le pregiate birre artigianali made in Sardinia con il cibo da strada di qualità e l'intrattenimento.
 
 

«”Isola in Fermento” è stato un successo – commenta l’Assessore comunale al Turismo, Roberta Serrenti – due giorni all’insegna del binomio birra artigianale e street-food, un’offerta capace di conquistare un segmento turistico sempre più in crescita. A questo abbiamo sommato la grande musica (sabato si è esibito l’amatissimo cantautore Piero Marras, mentre domenica è stato il turno della band “Molly’s Chamber”) e gli appuntamenti di intrattenimento anche per i più piccoli (ben due spettacoli degli animatori di strada hanno allietato la permanenza dei piccini), in modo da soddisfare le esigenze delle famiglie e creare, nel contempo, nuove occasioni di aggregazione sociale».
 

 
Ma non è tutto: la manifestazione, organizzata dall’Amministrazione comunale di Sant’Antioco in collaborazione con il birrificio artigianale antiochense “Rubiu”, oltre ad aver offerto un’ampia panoramica su ciò che ruota attorno alla produzione della birra artigianale (“Rubiu”, per l’occasione, ha inoltre aperto al pubblico lo stabilimento, consentendone la visita guidata), ha condotto i visitatori alla scoperta di Sant’Antioco attraverso percorsi guidati, sia in città con il trenino turistico, sia in accattivanti itinerari immersi nella natura dell’isola con quad e motociclette.
 
 

«La risposta è stata entusiasmante – aggiunge Roberta Serrenti – proseguiremo su questa strada: simili iniziative rivitalizzano il tessuto economico locale. La buona riuscita della manifestazione, infatti, è stata possibile grazie alla collaborazione con le realtà imprenditoriali antiochensi, cui vanno i nostri ringraziamenti».

 
 

Categoria: